VARIETÀ | AZIENDA | IN CUCINA | SPECIALE GERMOGLI | Tuberi dal mondo |
Il prezzemolo: esalta il gusto

Il prezzemolo è una pianta erbacea aromatica biennale le cui foglie sono molto utilizzate in cucina. Benché sia tossico per l’organismo, se assunto in grosse quantità, tutti lo conosciamo perché largamente utilizzato in a piccole dosi come” topping” per ravvivare il gusto delle pietanze. Grazie a queste sue proprietà aromatiche che derivano da un’essenza contenuta principalmente nelle foglie, è uno degli aromi più usati in cucina.

Caratteristiche
La pianta appartiene alla famiglia delle Apiaceae ed è originaria del mediterraneo e dell’Asia occidentale, si presenta con foglie verde brillante, di forma triangolare e con margini frastagliati. Il prezzemolo è ricco di vitamine (A, B, C, K) di sali minerali (ferro, potassio) oli essenziali (miristicina, limonene, eugenolo e alfa-tujene) e flavonoidi (apiina, apigenina, crisoeriolo e luteina). Inoltre è apprezzato perché stimola l’appetito e la digestione, per le sue proprietà diuretiche e se applicato con impacchi è indicato anche per contusioni e punture di insetti. Per queste sue caratteristiche è stato utilizzato fin dall’antichità a scopi medici e solo con i romani fu introdotto tra le erbe aromatiche grazie ad un’ordinanza di Carlo Magno nel 795 d.c.

Utilizzo in cucina
Perfetto ingrediente per le salse e per moltissimi piatti si utilizza principalmente fresco a fine cottura per non comprometterne l’aroma. Si può anche congelare.