VARIETÀ | AZIENDA | IN CUCINA | SPECIALE GERMOGLI | Tuberi dal mondo |
Le carote: un concentrato per la tintarella!

Grazie ai carotenoidi e al betacarotene che si uniscono all’azione della melanina, la carota ci aiuta ad ottenere rapidamente una bella abbronzatura e a mantenerla nel tempo.  Per favorire l’abbronzatura bastano infatti solo 100 grammi al giorno che possiedono un elevato contenuto di vitamina A (1200 microgrammi).

Caratteristiche
La carota (daucus carota) è una pianta erbacea originaria dell’oriente anche se oggi viene coltivata in modo diffuso in Europa, in Africa del nord e in Asia. La parte commestibile è la radice e in natura ne esistono due varietà: quella bianca utilizzata come foraggio e quella arancione come ortaggio. Sebbene più caloriche degli ortaggi a foglia verde sono indicate nelle diete dimagranti e utili nell’alimentazione infantile perché assorbono i liquidi e regolarizzano la flora intestinale. Le carote sono anche ricche di sali minerali, zuccheri semplici e vitamine A (betacarotene) B, C, PP, D, E. Utilizzate anche in cosmesi favoriscono l’abbronzatura,  curano la pelle secca e impura prevenendone l’invecchiamento e favoriscono la vista alleviando gli occhi stanchi e arrossati.

Utilizzo in cucina
Può essere consumata sia cruda con taglio alla julienne nelle insalate o taglio a fiammifero nel pinzimonio, che cotta e la temperatura di cottura non pregiudica le proprietà dei caroteni che sono resistenti al calore. È impiegata negli aperitivi e nelle centrifughe, nelle zuppe, come contorno nei secondi piatti e nella preparazione di dolci unita solitamente alle mandorle.