VARIETÀ | AZIENDA | IN CUCINA | SPECIALE GERMOGLI | Tuberi dal mondo |
Mizuna: la senape giapponese

Il nome Mizuna deriva dal giapponese “mizu” che vuol dire acqua e da “nu” che vuol dire senape. La pianta di cui esiste la varietà verde e quella rossa, è quindi conosciuta in occidente come senape giapponese.

Caratteristiche
La Mizuna è un ortaggio a foglia della famiglia delle Brassicacee (Brassica rapa japonica). Ricorda la “nostra” rucola selvatica perché le foglie di colore verde brillante sono seghettate e lo stelo invece è stretto e bianco. Il sapore è leggermente pepato e piccante ma allo stesso tempo fresco: le foglie più tenere raccolte precocemente hanno un gusto più delicato mentre quelle più vecchie sono di tono più deciso e intenso. La pianta era originariamente coltivata in Cina, successivamente in Giappone e solo negli ultimi anni è stata introdotta in Europa dove non ha particolari problemi di stagionalità essendo coltivata tutto l’anno grazie alla capacità di resistere bene alle temperature invernali. È ricca di vitamina A, vitamina C e acido folico.

Utilizzo in cucina
Viene consumata sia cruda (in insalata, per farcire involtini, nelle torte salate  o come guarnizione di piatti che richiedono una scenografia particolare) che cotta insieme a stufati o saltata nel wok. È uno degli ingredienti della tipologia di piatti tradizionali giapponesi “nabemono” come il Sukiyaki, il Yose-nabe e il Chiri-nabe.