VARIETÀ | AZIENDA | IN CUCINA | SPECIALE GERMOGLI | Tuberi dal mondo |
germogli di porro

Dal gusto deciso di erba cipollina, questi sono i più germogli più gustosi, utilizzati principalmente a crudo per arricchire insalate, contorni di verdure e per piatti della cucina orientale e vegana come il tofu.

Caratteristiche
Il porro è un ortaggio della famiglia delle Alliaceae dal gusto meno intenso rispetto ad aglio e cipolla. Gli antichi egizi e i romani ne facevano largo consumo e prima dell’introduzione della patata in Europa era uno degli ingredienti base delle zuppe.

I germogli vengono raccolti dopo circa due settimane dalla semina, un tempo di crescita abbastanza lungo che permette la produzione di enzimi utili per la digestione e il metabolismo. Ricchi di sali minerali come calcio, ferro, magnesio e potassio, hanno un buon contenuto di vitamina A e vitamina C. I germogli di porro hanno anche ottime proprietà disinfettanti, antinfiammatorie e favoriscono l’abbassamento del colesterolo.

Utilizzo in cucina
Solitamente utilizzati crudi per mantenere inalterati i principi nutrizionali, grazie al loro gusto vengono impiegati nei soffritti in sostituzione di aglio e cipolla, per la preparazione di salse, sughi e vellutate di verdure.